I Levi di via Spielberg

La prefazione del Giudice Gian Carlo Caselli ci introduce la storia di Isacco Levi, comandante partigiano ebreo che ha visto sterminati 13 familiari ad Auschwitz. La continuità tra passato e presente, tra differenze e aperture fa da sfondo a questo volume. Una continuità di resistenze tra il saluzzese, Borgo San Dalmazzo, Fossoli e Auschwitz.

Nell’Europa devastata dal nazismo, dove il diritto e la morale vennero calpestati, la storia di Isacco Levi, comandante partigiano ebreo che perse tredici familiari ad Auschwitz, emerge per non tradire la memoria. Il volume, costruito sulla scorta di un lungo colloquio tra Isacco e Alessio Ghisolfi, giovane avvocato cuneese, mette in luce la continuità fra passato e presente.

L'autore


Isacco Levi è nato a Barge (Cn) nel 1924. Ha vissuto a Saluzzo, in via Spielberg 27, fino al 1948. Pensionato, vive a Moretta (Cn); da anni svolge nelle scuole un’intensa attività di divulgazione della memoria della deportazione e degli ideali nati dalla Resistenza.

Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone

I Levi di Via Spielberg
Isacco Levi tra fascismo e nazismo.

Alessio Ghisolfi
Prefazione di Giancarlo Caselli
Aprile 2005 | € 14,oo

Clavilux Edizioni Sas
Via San Rocco 1, 12033 Moretta Cn
P.Iva: 02629110046
info@clavilux.it

Privacy & Cookie